“Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza”! Campagna informativa.

“E’ importante ridurre la domanda inappropriata dei servizi di emergenza-urgenza, per consentire un corretto funzionamento del sistema; esprimo profonda adesione e massimo consenso per questa iniziativa di informazione che ha visto, nella sua organizzazione e realizzazione, il coinvolgimento di molti giovani con idee innovative”.

Lo ha detto il Ministro Balduzzi intervenendo alla conferenza stampa del 20 marzo presso l’auditorium di Lungotevere Ripa, a Roma, durante la quale è stata presentata la Campagna informativa “Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza”, nata dalla collaborazione tra il Ministero della Salute e l’Agenas – Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, insieme a Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano, hanno dato avvio alla Campagna

Alla conferenza stampa sono inoltre intervenuti il Direttore dell’Agenas, dott. Fulvio Moirano, il Capo del Dipartimento della Programmazione e dell’Ordinamento del Ssn del Ministero, dott. Filippo Palumbo, e rappresentanti delle Regioni/Province Autonome, degli Ordini professionali, Società Scientifiche, Associazioni professionali di settore che sostengono le due campagne.

La Campagna informativa nazionale sull’appropriato utilizzo dei servizi di emergenza-urgenza e del servizio di continuità assistenziale ha lo scopo di informare e sensibilizzare tutta la popolazione, con particolare attenzione ai giovani e agli stranieri, sull’appropriato utilizzo dei servizi, nella convinzione che un cittadino più informato sia un cittadino più consapevole nel riconoscere i propri bisogni di salute e individuare in base a questi la struttura più adeguata a rispondervi.

Iniziata nel 2010 e con una durata complessiva di tre anni, la Campagna si sviluppa in accordo con i principi dell’empowerment, seguendo una metodologia basata sull’intersettorialità e sul coinvolgimento più ampio possibile di tutti i portatori di interesse per la definizione di un messaggio comune e per l’individuazione delle modalità di diffusione più efficaci.

La base informativa, elaborata in accordo con la letteratura e le esperienze maturate nell’ambito di riferimento, è stata condivisa a livello nazionale dalle Regioni, dalle Province Autonome e dagli Ordini, Società scientifiche e Associazioni professionali di settore, e potrà essere adattata allo specifico target e contesto di diffusione.

Le informazioni sono state organizzate in sei schede tematiche:

  1. Che cosa è il numero 1-1-8
  2. Chiamare il numero 1-1-8
  3. In attesa dei soccorsi
  4. Il Pronto Soccorso
  5. L’accesso al Pronto Soccorso
  6. Il servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica)

Le schede dei contenuti informativi sono disponibili sul sito dedicato alla campagna informativa, in lingua italiana ed albanese, cinese, francese, inglese, rumena, spagnola, tedesca ed ucraina.

Il Ministero della salute e l’Agenas, inoltre, hanno ritenuto opportuno coinvolgere da subito i cittadini nell’ideazione di specifici strumenti di comunicazione dei contenuti della Campagna informativa nazionale.
A tal fin,e sono stati banditi quattro concorsi di idee, rivolti ai giovani fino ai trenta anni di età, per l’ideazione del logo, dello slogan, del poster e del video/spot della Campagna informativa, nella convinzione che la diretta formulazione da parte dei giovani del mezzo comunicativo, fosse un’utile strategia per rendere il messaggio più efficace. Tutte le opere presentate ai quattro concorsi di idee ed i relativi vincitori sono disponibili sul sito della campagna per gli scopi divulgativo-culturali dell’iniziativa.
È stato, inoltre, costituito un gruppo di lavoro “ad hoc” che ha predisposto una proposta per la realizzazione di interventi di promozione ed educazione alla salute nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria di I e di II grado, volti a favorire la cultura dell’emergenza-urgenza.
Tale proposta educativa è stata messa a disposizione di tutte le Regioni per l’invio agli Uffici Scolastici Regionali e ha permesso l’avvio di interessanti iniziative rivolte alla scuola primaria e alla scuola secondaria in diverse realtà regionali.
È stato, infine, messo a punto un piano di diffusione nazionale della campagna che individua nei mass media tradizionali ed innovativi (sito istituzionale e social media) i due canali di diffusione principali.

Il piano prevede una settimana dedicata alla diffusione nazionale nei giorni tra il 19 ad il 23 marzo 2012, durante i quali sono stati pianificati una serie di eventi tra i quali:

  • evento di presentazione della campagna, al quale è stato invitato a presiedere il Ministro della Salute per consegnare ai quattro giovani vincitori dei concorsi delle idee l’attestato per l’ideazione del logo, dello slogan, del poster e delvideo/spot della Campagna informativa;
  • la diffusione dello spot della campagna attraverso le reti televisive nazionali di tipo generalista;
  • la pubblicazione del sito dedicato alla campagna rivolto ai cittadini, dal quale è possibile scaricare tutti i prodotti realizzati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti