Codici di priorità 118

Ad ogni evento, in relazione alle informazioni raccolte, viene associato un Codice Colore di gravità che è riportato nell’elenco sottostante.

Codice Colore definizione:

  • Bianco, non critico: si definisce non critico un servizio che, con ragionevole certezza, non ha necessità di essere espletato in tempi brevi;
  • Verde, intervento differibile;
  • Giallo, intervento indifferibile-urgente su paziente/i con compromissione di almeno una funzione vitale. Utilizzo del segnale acustico di emergenza (sirena) e lampeggianti blu (in alcune realtà solo su esplicita autorizzazione della Centrale Operativa);
  • Rosso, intervento di emergenza su paziente/i con compromissione di più di una funzione vitale. Utilizzo del segnale acustico di emergenza (sirena) e lampeggianti blu (in alcune realtà solo su esplicita autorizzazione della Centrale Operativa);
  • Blu, arresto cardiaco.

Ogni fase della gestione di un intervento di soccorso è classificata con un Codice Colore.

Esistono perciò dei codici colore che identificano la gravità/priorità dell’evento nelle seguenti fasi (T) del soccorso:

  • T0: Codice di Chiamata,
  • T1: Codice di Invio del Mezzo,
  • T2: Codice di Riscontro Primario,
  • T3: Codice di Riscontro Secondario,
  • T4: Codice di Rientro del Mezzo,
  • T5: Codice di Accettazione in Pronto Soccorso.

Tali Codici vengono assegnati durante le varie fasi della gestione dell’evento dai diversi Operatori del soccorso che vengono a contatto con il paziente.

Risulta evidente che durante uno stesso soccorso potranno essere assegnati diversi Codici Colore allo stesso evento in relazione a: tipo di patologia, evoluzione o miglioramento delle condizioni cliniche del Paziente e situazione logistica concomitante.

In alcune realtà esiste anche un Codice Colore Nero assegnabile in fase T2, T3, e T5 che evidenzia Pazienti costatati deceduti dai Medici intervenuti sull’evento; il Codice Colore NERO non può essere assegnato in fase T0, T1 e T4, in quanto le salme già acclarate da costatazione di decesso non possono legalmente essere trasportate in ambulanza anche se il decesso dovesse avvenire in fase di trasporto di emergenza.

Il Codice Bianco invece non può essere assegnato in fase T1 di invio del mezzo, in quanto i Pazienti classificati con tali codice non hanno diritto di accesso al Sistema di Emergenza Sanitaria, può essere invece assegnato in fase di classificazione della chiamata T0, (in tal caso la chiamata non sarà seguita dall’invio del mezzo di soccorso) o di riscontro T2 e T3 (in questo caso il paziente non sarà caricato sul mezzo e trasportato in ospedale), L’ambulanza in rientro senza paziente sarà classificata in Codice Bianco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti